A maggio inizia anche a Lerici la raccolta rifiuti "porta a porta": un kit di bidoni e sacchetti per ogni abitazione, un po' di buona volontà e finalmente anche a Lerici la percentuale di raccolta differenziata dovrebbe cominciare a salire, dai valori attuali (inferiori al 20%) a livelli più degni di una città civile.

Si sono già tenuti alcuni incontri formativi, i kit sono in distribuzione (andate con l'auto, altrimenti vi spaccate la schiena!), quindi tutto è pronto per partire. Confidiamo in risultati positivi e non solo dal punto di vista della separazione, ma anche da quello economico, consentendo a tutti, nel giro di un paio d'anni, un po' di risparmio sulla tassa rifiuti (TARI).

 

C'è solo un dubbio: per chi, come noi proprietari di seconda casa, è presente a Lerici solo nei fine settimana (almeno per gran parte dell'anno), al massimo dal venerdi sera alla domenica pomeriggio, o sera, come può funzionare una raccolta porta a porta? e se la carta, il vetro o il multimateriale può anche essere accumulato (ammesso di avere lo spazio) e smaltito il sabato mattina portandolo direttamente al centro di raccolta (dopo la galleria degli Scoglietti), come funzionarà per il resto, per l'organico o il residuo secco? ce lo dovremo riportare a casa? 

Ci aspettiamo che l'Amministrazione di Lerici abbia una risposta a queste domande, perchè sarebbe seccante, per l'ennesima volta, subire oltre al danno anche la beffa: pagare un servizio che non può essere usufruito e in più, doverci smaltire "in proprio" i rifiuti.
Ci sarà un incontro informativo tra qualche settimana, riservato proprio ai proprietari di seconda casa. Ci aspettiamo qualche proposta di buon senso, che finalmente riconosca anche i non residenti, proprietari di immobili, come una risorsa da valorizzare e non perseguitare, come già più volte è avvenuto.

Vi terremo informati.